Girello, un aiuto per muovere i primi passi

Arriva un momento in cui un bebè inizia a compiere una maggiore quantità di movimenti, molti dei quali imprevedibili, che lo portano a voler sperimentare nuove posture e maggiore libertà, fin quando non vorrà compiere i primi goffi passetti. A quell’età è difficile farlo stare buono e calmo nel suo lettino, perché il piccolo reclamerà maggiore attenzione e soprattutto vorrà esplorare lo spazio circostante. In questo caso, un valido supporto per i bimbi e un aiuto per i genitori arriva dal girello.
Questo accessorio permette al bambino di rimanere comodamente seduto e, contemporaneamente, di muovere i primi passi mentre si sposta liberamente nello spazio, senza l’aiuto di un adulto.
L’offerta dei girelli è vasta e comprende diversi modelli, più o meno accessoriati.

Tipologie di girello

Un girello standard è costituito da una seduta imbottita, una base di appoggio e ruote che permettono di spostarsi da un punto all’altro. Quando ci si trova davanti alla scelta del girello più adatto è bene prendere in considerazione le esigenze personali. Per esempio se si ha a disposizione tanto spazio per riporlo una volta utilizzato oppure no. In commercio esistono girelli di dimensioni un po’ ridotte, meno ingombranti in movimento ma anche più facili da riporre. Soprattutto se si opta per un modello pieghevole.
Un’altra caratteristica che può fare la differenza tra un modello di girello e l’altro è la possibilità di bloccare le ruote. E' una funzione molto utile se si vuole fermare il dispositivo nel momento in cui ci si accorge che il bambino, in preda all’entusiasmo, stia correndo velocemente verso un’altra stanza o, peggio, verso una porta lasciata accidentalmente aperta.

Tipologia di seduta

Un girello va scelto anche in base al tipo di seduta, che deve essere sfoderabile e lavabile. Importante poi che sia ergonomica, per sostenere al meglio il peso del bambino. Riesce a dare sostegno alla schiena, aiutandolo a mantenere la posizione eretta senza assumere una postura scorretta. A volte, le sedute del girello possono ruotare su se stesse facendo sì che il bimbo possa girarsi verso qualsiasi direzione, magari per seguire i movimenti della mamma.

Un accessorio, tanti stimoli

Il girello se utilizzato con parsimonia e per una durata di tempo limitata, è in grado di stimolare nel bambino il senso del movimento e la percezione degli spazi. Inoltre può anche essere una valida postazione gioco. Molti dei girelli in commercio sono corredati di giochini colorati, luci e tasti che riproducono musichette. Questi, non solo tengono compagnia al bebè, ma gli permettono di familiarizzare con i colori, le forme e gli stimoli visivi e uditivi.

TwitterFacebook
Suggerimenti personalizzati

Visualizza i consigli

Accedi

Nuovo? Inizia qui.