Giochi tradizionali per bambini

I giochi tradizionali fanno parte di un'epoca pre tecnologia, che portava tutti i bambini al parco per giocare insieme – correre e cadere, per poi arrivare a casa completamente sudati e sporchi.

I bambini di oggi non conoscono alcuni giochi, in quanto più legati ad un mondo fatto di applicazioni e giochi digitali.

Giochi tradizionali da fare all'esterno: quali sono

I giochi tradizionali sono quelli che si facevano al parco con grandi comitive di bambini, stremati dal caldo e dalla continua corsa. Una bella idea sarebbe quella di insegnare ai futuri adulti di domani, una serie di giochi tradizionali che venivano fatti tanti anni fa ma che potrebbero far loro divertire ed allontanare – momentaneamente – dalla tecnologia.

Ma quali sono questi giochi di cui stiamo parlando?

Elastico

E' un gioco estremamente dinamico, utilizzato ai tempi per calmare i bambini ingestibili. Più amato dalle bambine ma giocato anche dai maschietti, per l'associazione abilità – fantasia.

Chi si ricorda come si gioca? Si pone un elastico all'interno dei due polpacci dei due giocatori, mentre il terzo giocatore salta in mezzo a piedi uniti. La sfida finale consiste nel vedere l'elastico stesso alzarsi e dover saltare ugualmente, sino alla resa e la vincita di uno dei bambini.

Campana

Un gioco “antico” ma che riesce sempre a coinvolgere grandi e piccini! Per attuarlo bisogna partire con il disegno di sette caselle per terra – con un gessetto bianco o colorato e consegnare ad ogni bambino un sasso. Questo dovrà essere tirato dai giocatori all'interno delle prime caselle (per poi andare man mano avanti)e, recuperato saltellando con un piede solo senza mai toccare le linee disegnate.

Ma chi vince? Il bambino in grado di effettuare il percorso completo senza toccare mai – proprio mai – le linee disegnate.

Ruba fazzoletto - ruba bandiera

Un gioco da spiaggia, anche tra i giovanissimi, sempre divertente e coinvolgente. Ci si divide in due squadre, ognuno dei quali con un numero, con un giocatore posto al centro che chiama i numeri. Quando viene chiamato un numero, i bambini delle due squadre corrono sino al fazzoletto o bandiera e,  il primo che lo prende ha vinto. Semplice ma geniale!

TwitterFacebook
Suggerimenti personalizzati

Visualizza i consigli

Accedi

Nuovo? Inizia qui.