Dondolo neonato - amico delle mamme e bebè

Quando si aspetta un bambino, la casa si riempie di accessori più o meno indispensabili. Passeggino, carrozzina, girello e chi più ne ha più ne metta. Ce n’è uno, però, che a volte viene sottovalutato ma che invece, quando lo si scopre, diventa qualcosa di cui né la mamma né il bambino riescono a fare a meno: il dondolo.
Questo dispositivo altalenante, infatti, viene da molti considerato superfluo, ma una volta utilizzato si scopre che è utilissimo perché non solo è un valido appoggio per un bebè, ma gli tiene compagnia quando non dorme e lo stimola con il suo dondolio, facendogli scoprire il piacere del movimento.
I dondolini (o sdraiette) sono disponibili in tante varianti, dalle più basic alle più accessoriate.

Dondolo neonato: Tipologie

L’offerta di dondolini è ampia e comprende numerosi modelli che si distinguono l’uno dall’altro in base a una o più caratteristiche. Normalmente, la funzione del dondolino è, come dice la parola, quella di dondolare il bambino quando è sveglio e non vuole stare nel suo lettino. Questo accessorio non solo permette alle mamme e ai papà di avere per un po’ di tempo le mani libere, ma allo stesso tempo consente loro di avere il bebè sempre a vista mentre lui si lascia cullare dal dolce movimento del dispositivo.

I dondolini basic sono formati da una comoda sdraietta in tessuto anallergico e lavabile, ergonomica e facilmente trasportabile. Sono azionabili a mano o tramite pulsanti che ne regolano la velocità di vibrazione.

I modelli più elaborati, invece, oltre a svolgere l’azione dondolante tengono compagnia al bebè e ne stimolano le capacità visive e uditive grazie a pulsanti che azionano musichette e luci, e grazie alla presenza di giochini pendenti che il bambino può afferrare. In questo modo, il piccolo avrà anche uno stimolo di tipo tattile che gli permetterà di scoprire forme e texture.

Vantaggi del dondolino

Come anticipato qualche riga fa, i dondolini sono un accessorio tutt’altro che inutile perché portano con sé diversi vantaggi per i genitori e per il bebè.
Mamma e papà hanno la possibilità di svolgere varie attività e di sorvegliare in contemporanea il piccolo in ogni istante. Il bebè invece impara a passare un po’ di tempo senza stare a stretto contatto con la mamma o in braccio. Non subirà il trauma di sentirsi solo o abbandonato come quando viene adagiato nel suo lettino. Sul dondolino o sdraietta il piccolo familiarizza con l’ambiente circostante. Impara a osservare gli spazi e viene continuamente stimolato sia dal movimento del dispositivo che dalle melodie e dai giochini pendenti.

TwitterFacebook
Suggerimenti personalizzati

Visualizza i consigli

Accedi

Nuovo? Inizia qui.