Bici, Tricicli e Veicoli a pedali per bambini

Biciclette, go kart, tricicli e altri veicoli a pedali sono disponibili per far divertire i bambini! Grazie a questi giocattoli impareranno a stare in equilibrio e sfruttare le abilità motorie, sempre attraverso il gioco. Le migliori marche per garantire sicurezza e affidabilità alle famiglie, tra cui Kettler e Smoby. I bimbi di 2 o 3 anni si divertiranno ad andare in triciclo, mentre i più grandicelli potranno sfidarsi con i monopattini. Tantissimi accessori legati al mondo dei giocattoli cavalcabili, come i caschetti per le bicilette dedicati ai personaggi dei cartoni animati. Divertitevi a scegliere il veicolo a pedali o la biciletta adatta a vostro figlio!

1-27 di 109

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5

Bici per bambini, tricicli, veicoli: guida alla scelta

Una delle esperienze che tutti noi più chiaramente e con maggior gioia, ricordiamo della nostra infanzia è sicuramente il momento in cui abbiamo ricevuto in regalo la nostra prima bicicletta.

Colorate, fornite con clacson e campanelli dai mille suoni, di dimensioni e fogge diverse, le biciclette per bambini sono un pilastro importantissimo nella crescita dei più piccoli passando, pian piano, dalla sicurezza delle rotelline laterali o di quelle senza pedali, all’equilibrio delle due ruote, talvolta facilmente e talvolta invece, con maggiore difficoltà.

In questa guida vogliamo portarvi ad una scelta consapevole tra le varie categorie di prodotti per il vostro bimbo.

Biciclettine

Nei negozi di giocattoli tradizionali ed online ne esistono davvero di tutti i tipi: bici robuste e resistenti, ispirate ai supereroi preferiti dai ragazzi, per i principianti e per quelli già in grado di usarla. Possiamo trovarne per bambini di pochi mesi e per quelli più grandicelli e, per la maggior parte, grazie alla possibilità di regolare l’altezza del sellino e qualche volta anche del manubrio, potranno accompagnare per un bel pezzo la crescita dei nostri figli senza costringerci a cambiarle troppo soventemente.

Insegnare ai bambini ad andare in bicicletta è molto importante perché consente di costruire in loro quel misto di equilibrio fisico e fiducia, fondamentale nella crescita di ogni individuo.

Su come insegnare invece a pedalare, le scuole di pensiero si dividono. Gli adulti della nostra generazione hanno, infatti, imparato ad andare in bici passando gradualmente, dalla bicicletta con le rotelle laterali a quella senza; attualmente invece, sempre di più si diffonde l’idea per cui, il modo migliore, sarebbe cominciare utilizzando una bici senza pedali.

La differenza tra le due opzioni è abbastanza netta perché, se nel primo caso il bimbo sa benissimo che la bicicletta non cade per via delle rotelle, nel secondo caso avrà fin da subito la percezione di essere lui stesso (le sue gambe e i piedi poggiati per terra) a determinare l’equilibrio della bici.

Caschi ed elmetti

Se pensiamo di regalare una bici a nostro figlio, non dovremmo mai dimenticare di acquistare anche un casco bici bambino obbligatorio.

Che si tratti di una bici senza pedali o di una a due ruote, oppure ancora che il piccolo venga trasportato sull’apposito seggiolino, andare in bici comporta sempre, per quanto divertente sia, anche un minimo di rischio: la possibilità di cadere in effetti c’è ed in questo risulta fondamentale alla sicurezza di grandi e piccini, utilizzare caschi ed elmetti omologati e delle misure corrette.

Ma come fare a scegliere quello giusto quando, a prima vista, a parte i colori, sembrano tutti più o meno simili?

Bene, la prima cosa da valutare è, ovviamente, la sicurezza, più ancora del fattore estetico, bisogna sempre accertarsi della presenza del marchio di omologazione EN 1078, quello previsto dalla normativa europea.

Altrettanto importante è comunque anche verificare la robustezza di cinturini e chiusure e questo per evitare che, proprio in caso di caduta, il casco o l’elmetto possa staccarsi e lasciare scoperta la testa.

Una volta valutati questi elementi sarà il nostro gusto personale nonché il budget a disposizione a fare la scelta.

Cavalcabili

Se le bici sono un elemento, come abbiamo detto, essenziale nella crescita dei più piccoli, non dobbiamo dimenticare l'esistenza di numerosi giochi divertenti cavalcabili, allo stesso tempo utilissimi per sviluppare le capacità motorie e di coordinamento dei nostri figli. Dai primi passi fino a 1-2 anni di età ne esistono in commercio davvero tantissimi.

I giochi cavalcabili, oltre ad essere uno dei giochi preferiti dei nostri figli, assolvono la funzione di aiutarli nella scoperta dello spazio e nel rafforzamento del loro senso di equilibrio.

Qual è quindi il miglior cavalcabile e sulla base di cosa possiamo sceglierlo?

Come sempre, la nostra attenzione deve focalizzarsi principalmente sulla sicurezza; per tanto è bene acquistare solo prodotti omologati, testati e certificati.

I materiali devono essere robusti e resistenti nonché privi di sostanze nocive al contatto con mani o bocca. Considerato questo, sarà la fantasia e la preferenza dei più piccoli a guidarci tra macchine, cavalli, moto, tricicli, dondoli, escavatori, trattori e chi più ne ha più ne metta.

Tricicli

Tra i giochi più amati dai più piccoli una menzione a parte meritano i tricicli, da sempre uno dei regali più soventemente consegnati da Babbo Natale o da genitori e nonni alle feste di compleanno in quanto, diversamente da altri cavalcabili, può essere usato all’aria aperta ma anche in casa, in una veranda o su un balcone.

Ma come orientarci nella scelta? Innanzitutto è bene distinguere tra i tricicli a pedali e quelli a spinta che, pur assolvendo entrambi allo stesso scopo, e cioè quello di aiutare lo sviluppo del senso motorio, approcciano la tematica da punti di vista differenti.

Anche qui, quindi, la possibilità di scelta è davvero molto ampia e scegliere il miglior triciclo non è facile come sembra.

Da quelli classici in legno, a quelli in plastica, la scelta, come dicevamo è davvero molto vasta ma come sempre, una corretta guida all’acquisto deve tener conto dei materiali di fabbricazione nonché del comfort e della sicurezza dei bambini.

Per tanto, materiali di prima qualità, sedute comode e un’altezza proporzionale a quella del piccolo rodeista sono tra le primissime cose da tenere presente.

Veicoli Elettrici

Da utilizzare in casa, sui balconi, in giardino o nei parchi pubblici, un’altra tipologia di giocattoli che da sempre riscuote successo nei ragazzi è quella dei veicoli elettrici tra cui moto e auto elettriche, alcune di queste accessoriate con telecomando genitore che permette di pilotare il giocattolo dei più piccini.

Diversi per dimensioni, caratteristiche estetiche e funzioni, questi giochi possono essere adatti per bambini dai 12 mesi in su.

La discriminante, in questo caso, è non solo l’età ma anche l’altezza ed il peso del piccolo. Per quanto riguarda invece la sicurezza, è fondamentale che vano batterie e connessioni elettriche non siano facilmente accessibili mentre, per le auto, gli standard europei richiedono la presenza delle cinture di sicurezza.

Altro fattore da considerare è il voltaggio che, solitamente, è relativo al tipo di potenza del veicolo ed infatti troviamo sul mercato auto elettriche per bambini da 24v, 12v, 36v: quelli destinati ai più piccoli non hanno, infatti, bisogno di una grande potenza, cosa che invece viene richiesta per quelli utilizzati dai più grandicelli avvezzi a percorsi magari in pendenza e ad una maggiore velocità.

Monopattini, Roller e Skateboard

Rotelle che passione! Che siano due come nei monopattini oppure quattro come negli skateboard o nei roller, sono davvero tantissimi gli appassionati di questo tipo di giocattoli che consentono a grandi e piccini, di esplorare l’ambiente circostante divertendosi.

Così come per tutti gli altri giocattoli esistenti in commercio, anche in questo caso, la possibilità di scelta è davvero molto vasta per tanto, scegliere il miglior monopattino può non essere così semplice come si potrebbe immaginare.

Importantissimi per migliorare il senso dell’equilibrio, ma anche potenzialmente pericolosi visto il rischio di caduta e l’assenza di freni, è bene tenere presente una sorta di guida all’acquisto del monopattino bambini contenente una serie indispensabile di consigli.

Innanzitutto, anche se questo sembra un’osservazione ovvia e scontata, dobbiamo considerare cheil monopattino è dotato di un manubrio il quale rende più agevole il direzionamento del veicolo; aspetto assente sia nei roller che negli skateboard consigliati a chi ha già imparato ad andare sul monopattino e in bici ed ha quindi già dimestichezza e un proprio senso dell’equilibrio.

Nei monopattini, ma talvolta anche nei roller e negli skateboard, sono presenti delle parti allungabili tramite le quali regolarne la dimensione a seconda della crescita del suo utilizzatore, anche questo può essere un elemento da considerare prima dell’acquisto.

Fattori altrettanto importanti da considerare sono: potenza, velocità massima, peso e, per quanto riguarda quelli destinati ai bambini sotto i 4-5 anni, la dotazione di un parental control che permette di intervenire o addirittura guidare il veicolo in tutta sicurezza.

Dal nostro Blog

Suggerimenti personalizzati

Visualizza i consigli

Accedi

Nuovo? Inizia qui.